Il primo “vero” sistema EMV è in funzione!

Il primo “vero” sistema EMV è in funzione!

Finalmente ci siamo: l’11 dicembre 2017 il primo “vero” sistema di pagamento del trasporto pubblico con carte bancarie EMV contactless su autobus è stato messo in servizio presso MOM Treviso, sulla linea aeroporto, dopo la presentazione avvenuta il giorno 5 ad opera del presidente Giacomo Colladon e del direttore generale Giampaolo Rossi (qui il filmato). Non si tratta di un normale POS montato su un bus ma di un “vero” sistema realizzato in accordo al modello Transport for London, che offre la possibilità di usare direttamente le carte bancarie EMV contactless, con un semplice tap alle validatrici AEP Futura 3B installate sui bus. Il sistema è basato su ET-PASS, la soluzione AEP frutto di importanti investimenti, completamente rispondente a tutti i requisiti del sistema bancario e dei circuiti di pagamento. MOM è una società per azioni controllata da 39 enti (Provincia di Treviso, ATAP, ATVO e 36 Comuni della provincia di Treviso). Gestisce attualmente il trasporto pubblico locale nel territorio della provincia di Treviso, con linee extraurbane che raggiungono le principali città del Veneto, le spiagge di Jesolo e la provincia di Pordenone. MOM gestisce anche il servizio urbano nelle città di Treviso, Vittorio Veneto, Conegliano, Montebelluna e Asolo. L’operazione conferma l’orientamento di MOM all’innovazione e la sua sensibilità alle esigenze della clientela, che nel caso della linea aeroporto è costituita per lo più da turisti (molto spesso stranieri), per i quali risulta non semplice munirsi di biglietto di viaggio. “È una data storica non solo per AEP ma per l’intero trasporto pubblico italiano” ha dichiarato l’ing. Giovanni Becattini, AD di AEP “Abbiamo lavorato duramente per raggiungere questo risultato,...
“Arriva Umbria.Go”, il nuovo abbonamento integrato per i pendolari

“Arriva Umbria.Go”, il nuovo abbonamento integrato per i pendolari

ORVIETO, 19.12.2017 – L’abbonamento Umbria.GO è rivolto a chi si sposta con regolarità nel territorio regionale utilizzando i diversi vettori del TPL e permette l’utilizzo dei treni regionali, degli autobus urbani ed extraurbani, del Minimetrò di Perugia, delle motonavi del Lago Trasimeno e della Funicolare di Orvieto. L’abbonamento è valido per tutti i servizi di trasporto pubblico gestiti in Umbria dal Gruppo FS Italiane. Questo nuovo servizio giunge a circa due mesi di distanza dal lancio del biglietto Umbria.GO  (dedicato principalmente ai circa 2,5 milioni di turisti che ogni anno scelgono l’Umbria come meta dei loro viaggi) è stato presentato ieri a Perugia dalla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, dall’amministratore Delegato di Busitalia Stefano Rossi e dal direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia Maria Annunziata Giaconia alla presenza dell’assessore Regionale ai Trasporti, Giuseppe Chianella,  del direttore regionale Umbria di Busitalia Velio Del Bolgia e del direttore Trenitalia regionale Umbria. Bruna Di Domenico. Una vera e propria carta di libera circolazione per l’intero territorio umbro, così è stato presentato l’abbonamento Umbria.GO; ovvero, senza il vincolo di relazioni specifiche, che può essere utilizzata anche nel tempo libero, oltre gli itinerari abituali degli spostamenti casa-lavoro, lasciando l’auto parcheggiata in garage. L’obiettivo è quello di promuovere, secondo il Piano industriale 2017–2026 del Gruppo FS Italiane,  la mobilità collettiva integrata e sostenibile facilitando l’interscambio modale tra i diversi mezzi di trasporto e proponendo al cliente un’esperienza unica del viaggio. Tre le tipologie di abbonamento previste – Umbria.GO 30, 90, 365 – relative ai giorni di validità dell’abbonamento:1, 3 e 12 mesi solari consecutivi. In questa fase di lancio gli abbonamenti saranno proposti ad un prezzo promozionale, rispettivamente di 120, 325 e 1080 euro. Il titolo è personale e non cedibile e deve...