A Firenze parte T1 Leonardo

A Firenze parte T1 Leonardo

Firenze, 16.7.2018 Centinaia di persone hanno preso parte all’inaugurazione della nuova linea della tramvia di Firenze, che trasporta le persone lungo il tragitto dalla stazione ferroviaria di Firenze Santa Maria Novella al grande presidio ospedaliero di Careggi. Tra i partecipanti alla cerimonia, condotta dal sindaco Dario Nardella, vi sono anche l’ex ministro per le infrastrutture Graziano Delrio e l’ex viceministro Riccardo Nencini, oltre ad altri parlamentari e all’arcivescovo.

Il tratto inaugurato era conosciuto durante i lavori come “Linea 3”; operativamente diventa la prosecuzione della precedente linea 1 e l’intero percorso va sotto il nome di T1 Leonardo.

T1 Leonardo è esercita da GEST, la società nata nel 2004 con lo scopo di gestire ed esercitare l’attività di trasporto tramviario dell’area fiorentina. L’azienda appartiene al 100% alla società francese RATP Dev, del Gruppo RATP, uno dei gruppi più grandi a livello mondiale nell’ambito del trasporto pubblico.

GEST S.p.A. è infatti stata costituita da RATP Dev, attualmente proprietaria del 51% del capitale sociale di GEST ed usufruttuaria del restante 49%, e da ATAF S.p.A., titolare della nuda proprietà del 49% del capitale sociale di GEST.

Da febbraio 2010 la società gestisce il servizio della linea T1, da Scandicci a Firenze, contando 14 milioni di passeggeri l’anno.

La tramvia ha rappresentato una svolta fondamentale per la mobilità urbana del capoluogo toscano, in precedenza affidata esclusivamente a mezzi su gomma. Secondo le indagini più recenti, più dell’80% dei fiorentini si è dichiarato soddisfatto del servizio tramviario.

La bigliettazione della tramvia è integrata con quella di ATAF (gruppo Busitalia Sita Nord). L’intero Sistema di Bigliettazione Elettronica è stato realizzato da AEP ed è basato su ET – The Easy Ticketing. Per la sola tramvia, AEP ha fornito 276 validatrici contactless/cartacee F240B e 67 emettitrici automatiche self-service RTVM-I, parte delle quali hanno sostituito quelle di altro fornitore, già installate sul vecchio tratto della linea 1.