TO Move è basata su VTS ed subito un successo

TO Move è basata su VTS ed subito un successo

Torino, 03.10.2018 È stata ufficialmente presentata il 1.o ottobre TO Move, l’App di GTT, tramite la quale gli utenti possono acquistare biglietti, convalidarli a bordo alle validatrici ed eseguire altre funzioni. Al secondo giorno sono già più di 5.000 le persone che la hanno scaricata ed installata.

Il ticket potrà dunque essere comprato in qualsiasi momento e luogo, anche alla fermata. “Da oggi – ha commentato l’assessore ai trasporti Maria Lapietrapossiamo pensare di cambiare il trasporto pubblico a Torino“.

“A distanza di pochi mesi dalla riforma tariffaria – ha dichiarato Giovanni Foti, Amministratore Delegato GTTinauguriamo un nuovo strumento di lettura della card BIP e di acquisto dei biglietti comodo e veloce, che affianca quelli già in uso. Pensiamo in questo modo di rispondere alle aspettative della clientela che ci chiede di conoscere velocemente il contenuto della smart card e più flessibilità negli acquisti. Abbiamo in progetto ulteriori iniziative per migliorare il rapporto con la clientela”.

TO Move è disponibile dal 2 ottobre sul Play Store di Google e prossimamente sul sito GTT. Al momento è compatibile con i telefoni Android dotati di NFC, dalla versione 4.4 alla versione 8X e permette di acquistare:

  • il biglietto City, 1.70 euro, vale 100 minuti sulla rete urbana e suburbana più una corsa in metro
  • il biglietto Daily, 3 euro e vale fino al termine del servizio del giorno della prima validazione sulla rete urbana e suburbana e sulla metro;
  • il biglietto Multidaily, un carnet elettronico composto da 7 biglietti Daily, attivabili uno alla volta.

Una volta scaricata l’App, occorre inserire i dati personali prima di poter effettuare gli acquisti, pagando con carta di credito o prepagata. La carta può essere memorizzata in modo da evitare il fastidio di reinserire i dati ad ogni acquisto.

Per validare il biglietto acquistato con TO Move è sufficiente avvicinare la parte posteriore dello smartphone alla validatrice. Sull’App comparirà l’orario di scadenza della validità del biglietto.

TO Move è stata realizzata da GTT utilizzando la tecnologia VTS di AEP per le funzioni primarie (acquisto e convalida, non per la lettura carta).

“È con immensa gioia che vediamo applicata per la prima volta la nostra tecnologia VTS, attualmente in fase di brevetto” ha dichiarato l’ing. Giovanni Becattini Amministratore Delegato di AEP, “una tecnologia destinata a permette la costruzione di applicazioni indipendenti da specifici Sistemi di Bigliettazione Elettronica. VTS è una parte importante del futuro di AEP. Questa opportunità ci ha consentito di vedere trasferiti nella pratica i risultati di anni di studi ed ottenere importanti conferme delle nostre aspettative, anche attraverso l’analisi dei feedback degli utenti.”

Qualche breve nota per gli addetti ai lavori: TO Move sta già dando oggi 3 ottobre ottimi risultati, i Clienti stanno acquistando e convalidando senza alcun problema. Si osserva tuttavia quanto segue:

  • TO Move ha il grande pregio di permettere ai viaggiatori di assolvere all’obbligo della convalida obbligatoria; questo vantaggio è ben chiaro agli esperti di trasporti pubblici, in quanto è uno dei primari metodi di lotta all’evasione ma è meno comprensibile da una parte del pubblico;
  • questo vantaggio, grazie alla tecnologia NFC e a VTS, è stato ottenuto senza alcuna modifica fisica alle migliaia di validatrici AEP montate sui mezzi, e quindi con investimenti contenuti; l’aggiunta di un lettore ottico QR-code sarebbe invece risultata molto costosa;
  • la tecnologia NFC è ormai largamente diffusa ed accettata ma, quando si parla di grandi numeri, è inevitabile che vi sia una microscopica parte della platea che, non comprendendola o non avendola disponibile nello smartphone, possa dichiararsi un po’delusa;
  • al momento, inoltre, TO Move non può essere utilizzata dagli smartphone Apple, notoriamente limitati in questo senso per scelta del Fabbricante;

TO Move permette solo di emulare gli attuali chip-on-paper; è possibile che il successo ottenuto e le numerose richieste dei Clienti in questo senso possano indurre le Autorità ad un upgrade verso le carte GTT, supportabili dalla tecnologia VTS.